Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Viva L'Italia, Viva la rivoluzione antiborghese!!!

domenica 1 luglio 2018 | 0 commenti


W l'Italia, w la rivoluzione antiborghese! Olè!
Grazie Salvini-Di Maio per: la proposta per regolarizzare i riders; perchè vi fate sentire in Europa di fronte all'arroganza di Francia, Germania, etc.: nazioni che non solo hanno una politica molto piu intollerante verso gli immigrati, ma hanno un debito storico di cinque secoli per i loro imperi coloniali; perchè i mafiosi al 41 bis dicono: questi sono pazzi, con loro e Di Matteo non usciamo piu'; per la proposta del taglio dei vitalizi; per combattere la mafia, le cooperative e le ong che mangiano sopra i migranti, un giro d'affari che supera quello della droga; perchè siete liberi di sbagliare quanto volete, avete un credito di almeno 30 anni, e due italiani su tre sono con voi, con noi-italiani; perchè si sente, dopo anni, la parola Solidarietà nazionale; per le fasce deboli della popolazione: i 5 milioni di italiani sulla soglia di povertà, i bambini, gli anziani, gli immigrati- immigrati che non vengono accolti in altri paesi dove possono venire accolti e qui vivono dentro lager o muoiono di eroina nei campi agricoli per guadagnare pochi euro; per tutti gli economisti strapagati dalle lobbies europee ed extraeuropee, che in tutti i modi sputano sentenze perchè le lobbies cosi' gli hanno ordinato; perchè tutti quelli che sono rimasti al liceo e sono cresciuti con la dicotomia fascismo-antifascismo, ossia la parte piu' intollerante, supponente, conservatrice e fortemente antipatica della nazione, ha il fegato spappolato. W l'Italia, w la Rivoluzione! 

Simone Lettieri

Calcio, Real-Juve: perchè ha ragione Gigi

domenica 22 aprile 2018 | 0 commenti



Real Madrid-Juventus: mancano pochi momenti al supplementare, per quella che potrebbe essere considerata come una partita della valenza di Italia-Germania 4 a 3, 1970, Messico.
Mai il Madrid, in Coppa Campioni, avendo vinto fuori 3 a 0, si è fatto recuperare in casa.
Un' impresa memorabile. Poi arriva un arbitro di 33 anni, non si sa come messo li dal designatore Collina.
All'andata espulsione per Dybala e rigore solare non assegnato per fallo su Cuadrado. Al ritorno, CR7 che si butta ripetutamente in aerea, senza che veda un cartellino giallo. E quel rigore maledetto.
Gigi Buffon esplode, dopo una partita memorabile in cui ha dimostrato di essere il miglior portiere al mondo a 40 anni suonati.
L'arbitro, forse appena uscito dall'università, lo espelle. Per ingiurie. Non per un gesto tecnico passibile di rosso, ma per le parole di Buffon. Avreste espulso Maradona nella sua ultima partita europea, Pelè, Cruyff, Di Stefano, Best, per un motivo simile? Zidane si, ha dato una capocciata a Materazzi, non poteva non essere espulso. E quante parole contro si becca un arbitro durante una partita? Tante.
Oltre alla partita, credo che Buffon si sia risentito per questo. L'ultima partita europea non doveva finire con un rosso. Il rigore è dubbio, molto, è stato fischiato. Ma l'espulsione non ha senso.

Simone Lettieri

Reddito di cittadinanza. Come funziona...

sabato 10 marzo 2018 | 0 commenti

Video: il primo senatore nero d'Italia...è della Lega!

martedì 6 marzo 2018 | 0 commenti

Video: fuorionda Meloni-Salvini: ribaltati i sondaggi, M5Stelle vicino alla vittoria!

sabato 3 marzo 2018 | 0 commenti

Incredibile rimonta dei 5 stelle. A un giorno dal voto sembra che ci possa essere il famoso sorpasso sul centro-destra. Nel video in descrizione la Meloni e Salvini esprimono questa preoccupazione e sperano in una rimonta del Pd!!!!


http://video.corriere.it/matteo-salvini-giorgia-meloni-raffaele-fitto-fuorionda-voto/8faf9430-1d81-11e8-816c-92c77108475f?intcmp=video_wall_hp&vclk=videowall%7Cmatteo-salvini-giorgia-meloni-raffaele-fitto-fuorionda-voto

Redazione

Messico: i tre italiani desaparecidos venduti dalla polizia

domenica 25 febbraio 2018 | 0 commenti



Quattro agenti - tre uomini e una donna - della polizia locale di Tecalitlan (Messico, nel sud dello stato di Jalisco) sono stati arrestati in collegamento con la scomparsa, il 31 gennaio, dei tre italiani Raffaele Russo, suo figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino. Lo ha detto il procuratore statale Raul Sanchez Jimenez, citato dai media messicani. I quattro, di cui sono stati dati solo i nomi propri - Emilio, Salvador, Fernando e Lilia - sono accusati di 'sparizione forzata', riferiscono i giornali. Il giudice ha precisato che i tre italiani non sono stati localizzati, ma che nessuno di loro è mai passato per il carcere locale: sarebbero stati invece consegnati a un gruppo criminale locale e poi trasferiti verso sud.
Due giorni fa, fonti dell'Ufficio del procuratore di Jalisco avevano riferito che Raffaele Russo si sarebbe registrato con un falso nome in alcuni hotel e che si faceva chiamare generalmente Carlos Lopez.
Secondo le autorità messicane, Russo, 60 anni, aveva precedenti in Italia per frode e si dedicava alla vendita di generatori elettrici apparentemente tedeschi ma che in realtà erano stati fabbricati in Cina.
Secondo il quotidiano Publimetro, che cita fonti vicine alle indagini, alla fine del 2017, Russo era impegnato in affari nello stato di Michoacan e cinque giorni prima della sua scomparsa si era riunito con il figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino in un hotel di Ciudad Guzman. Questi ultimi due sarebbero arrivati in Messico insieme ad altri sei italiani. Russo, sempre secondo quanto scrive il quotidiano, era stato arrestato nel 2015 per frode e corruzione nello stato messicano di Campeche.
Redazione

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM