Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

La Lega apre a Bersani, che sogna un "dream team" al governo.

martedì 19 marzo 2013

Verso un possibile accordo di governo Pd-Lega. I nomi per i ministeri e per il Colle sono eccellenze della società civile.

Una frase di Roberto Maroni - "Mi auguro un governo forte e stabile a Roma” - e subito torna a farsi largo quella disponibilità della Lega ad appoggiare esternamente un prossimo governo Bersani. Il 20 marzo Napolitano aprirà le consultazioni, ma sembra quasi impossibile che il segretario Pd possa fare un passo indietro per fare spazio al ministro uscente Fabrizio Barca, il cui nome circola da giorni.

E allora si apre anche il toto-ministri. Dopo Boldrini e Grasso, altri nomi che escon fuori dalle logiche politiche tradizionali, per accostarsi verso la società civile.

Stefano Rodotà, un nome spendibile anche per il Quirinale; Andrea Guerra, amministratore delegato di Luxottica; Carlo Petrini, proprietario di Slow Food.

Poi don Ciotti e Giuseppe De Rita. Sino alla Bonino, che però viene vista come un elemento di rottura al Colle, e che può contare su un sostegno politico trasversale.

Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM