Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Cina: capolavoro di Alonso

domenica 14 aprile 2013

Lo spagnolo della Ferrari a Shanghai ha fatto una corsa a sé. Rilanciando le sue ambizioni di Mondiale, dopo il ritiro per incidente di Sepang, e ridimensionando il compagno di squadra Felipe Massa, sesto e superato nel finale anche dalla McLaren di Button. Nulla hanno potuto il minaccioso Kimi Raikkonen (Lotus) e l’arrembante Hamilton (Mercedes), finiti sul podio. Mentre la tattica alternativa della Red Bull, partita per una gara di rimessa con Sebastian Vettel, si è confermata una scelta disperata, fruttando solo il quarto posto.

Dopo lo straordinario GP di Cina, sulla pista di Shanghai, con il fantastico successo di Fernando Alonso, una gioia che gli mancava dal 22 luglio 2012, dal GP di Germania, c'è euforia in casa Ferrari, come dice Domenicali: "Bel lavoro, sono contento perché è un risultato buono, ma abbiamo vinto solo una gara, ora andiamo avanti". Ancora più diretto Andrea Stella, l'ingegnere di pista di Alonso, che gli urla in cuffia più volte "Feno-me-na-le". Poi aggiunge: "È il coronamento di tanto lavoro, tocca il cuore di tante persone qui e a casa". La degna sintesi della gara di Alonso.
E  Alonso non ha nascosto la gioia: "Una corsa fantastica, non abbiamo avuto grandi problemi, il degrado delle gomme è andato meglio di quanto aspettassimo e la macchina è ok. Siamo molto ottimisti, eravamo attesi a una risposta dopo lo scorso GP non buono e nelle due gare terminate abbiamo fatto un 1° e un 2°, va bene". Poi approfondisce: "È stata una corsa perfetta per noi, la partenza è andata bene, ho dovuto cercare di gestire le gomme che hanno fatto un bel lavoro, ma non è stato semplice capire la gara, viste le strategie. Mi dicevano di non spingere molto? Erano preoccupati per le gomme, ma eravamo tranquilli. Abbiamo ancora un po' di potenziale in tasca, speriamo di sfruttarlo in Bahrain nella prossima gara".

Alonso si è avvicinato al vertice della classifica (Vettel 52 punti, Alonso 43, nel mezzo Raikkonen con 49), ma non identifica un rivale. "È presto, dobbiamo aspettare dopo l'estate: speriamo di essere in gruppo in quel momento della stagione e speriamo di essere lì anche con Felipe. Non vedo nessuno che abbia un vantaggio chiaro, forse la Red Bull era dominante in qualifica nelle prime due gare, poi ha sofferto in gara. Vedremo anche come i miglioramenti di ogni gara si rifletteranno sul ritmo e poi ci saranno gli episodi di gara, che determineranno chi resterà in corsa per il titolo". Uno dei punti di forza della Ferrari resta il passo di gara: "Normalmente la domenica siamo a posto come nella gestione delle gomme, mentre sul giro secco meno. In alcuni week end faremo più fatica, e in quei casi dovremo ottenere il massimo dei punti, portando sempre a casa dei risultati. Pressioni extra? No c'è pressione in ogni corsa e alla Ferrari è ancora di più, ma sono nel migliore team, abbiamo fatto un grande lavoro in inverno e sono fiducioso di essere nella giusta direzione".


Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM