Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Intervista ad Alessandro Bianchi, ex Ministro dei Trasporti del Prodi 2 e Candidato Sindaco di Roma.

mercoledì 24 aprile 2013

Dottor Bianchi, la prima domanda esce fuori dal suo passato politico.Lei è stato Ministro dei Trasporti del Governo Prodi2. Che misure per migliorare quello che i cittadini romani hanno identificato con il primo problema della città, il traffico?


Proprio dall’esperienza di Ministro dei Trasporti ho capito che per il traffico a Roma la prima cosa da fare è allineare il tasso di motorizzazione a quello delle grandi capitali europee, che oggi è circa il doppio. Questo significa dimezzare il numero di veicoli circolanti, cosa possibile nell’arco di dieci anni. Così facendo diventa realizzabile la cura del ferro che consiste in:

1) Chiudere l’anello ferroviario che circonda Roma

2) Realizzare nuove linee di tram, a cominciare dalla congiunzione di quelle già esistenti: il 3 con l’8 dal Colosseo a Piazza Venezia lungo Via dei Fori Imperiali; l’8 con il 19 da Via Arenula a P.le della Marina su Lungotevere e via dicendo.

3) Costruire nodi di interscambio treno-metro-tram-filobus, dotati di ampi parcheggi.

4) Moltiplicare le corsie preferenziali

5) Contrastare duramente la sosta selvaggia


Tornando alla sua candidatura, qual e' il "motivo scatenante" che ha innescato la sua volontà a presentarsi come candidato sindaco?

Il motivo principale è la constatazione che Roma si sta spegnendo, sta diventando una città di serie B nella quale i problemi aumentano giorno dopo giorno e l’Amministrazione comunale non è in grado di risolverne neppure uno. È necessaria una riscossa e questa può venire solo facendo in modo che i cittadini romani si riprendano la loro città e ne costruiscano il futuro. E’ quello che intende fare progetto Roma avanzando la mia candidatura.

Cos' è il ProgettoRoma?


Progetto Roma è una Associazione nata con l’obiettivo di contribuire alla rinascita di Roma mettendo in campo idee nuove, persone oneste e competenti e proposte concrete. Sono i fondamenti del programma che vede me come candidato Sindaco e una lista di 48 persone espressione della cittadinanza romana, che conoscono i problemi della città e sanno come affrontarli.


Le sue parole d'ordine:" bella, efficiente, equa, sicura e sostenibile ". Può sintetizzarci questi punti?

Sono i requisiti che occorre assicurare a Roma affinchè garantisca un’elevata qualità della vita agli abitanti, condizioni di efficienza alle imprese e più ampie occasioni di lavoro.

Bella, grazie ad un patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico unico al mondo, di cui dobbiamo essere orgogliosi e che dobbiamo tutelare e valorizzare attraverso un uso responsabile.

Efficiente, ossia ben amministrata, libera da corruzione, nepotismi e clientelismi. Una città che produce e crea lavoro, sottratta alla speculazione immobiliare, che consente una mobilità dolce, che offre servizi di qualità.

Equa, come deve essere una città che vede la compresenza di genti diverse per condizione economica, cultura, lingua, razza, religione. A tutti vanno assicurati i diritti civili fondamentali e, ancor prima, dignità e senso di appartenenza

Sicura, che significa difendere i cittadini dall’aggressione della piccola e grande criminalità, ma che va affrontata anche sul terreno sociale. La sicurezza va costruita a partire dalla rivitalizzazione degli spazi pubblici: piazze, ville, impianti sportivi, biblioteche, che sono i luoghi che sollecitano il senso di appartenenza e la responsabilità collettiva.

Sostenibile, che è la questione chiave per le città del terzo millennio e che a Roma significa: mobilità dolce, smaltimento dei rifiuti, risparmio energetico, freno al consumo di suolo, pulizia, decoro urbano.


Conosce molto bene il mondo accademico, e quindi i giovani. Crede che c'è ancora posto per loro nel mondo lavorativo italiano(e romano), o consiglierebbe di fuggire all'estero?

Io ho un figlio laureato e con il dottorato di ricerca, che lavora in una Università in Germania. Sta lì perché qui in Italia non gli vengono offerte analoghe occasioni. Questo non mi porta a dire che è meglio consigliare ai nostri figli di fuggire all’estero, ma che bisogna cambiare il nostro mercato del lavoro per metterlo in grado di utilizzare lo straordinario patrimonio costituito dai nostri giovani.


Quali sono i punti centrali del suo programma?


Li elenco per titoli che potete trovare dettagliati nel sito www.progettoroma.org:

una buona Amministrazione; una mobilità dolce; la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale; un’ambiente sostenibile; la sicurezza nei luoghi pubblici; una buona urbanistica.


Una domanda di rito: è possibile combattere le macchine mediatiche di Pd e Pdl , e la forza economica che c'è dietro i candidati Marino e Alemanno?


E’ una battaglia difficilissima ma che dobbiamo affrontare cercando di far vincere la forza delle idee e mettendo in campo persone oneste e competenti. Poi bisogna anche denunciare lo scandalo di campagne pubblicitarie, come quella che sta conducendo Alfio Marchini, che costano centinaia di migliaia di euro. E’una campagna offensiva per le moltissime famiglie che si trovano in gravi difficoltà economiche ed è anche di una banalità e di una retorica insopportabili.


Cosa pensa dell'attuale situazione politica italiana? In particolare di Grillo.


Penso che sia la situazione più difficile nella quale si è trovata dalla nascita della Repubblica. Abbiamo a che fare con un imprenditore che ha inquinato la vita politica e sociale del Paese e che subordina la politica del suo partito agli interessi personali; con un Partito Democratico che appare dilaniato da fazioni in lotta al suo interno; da un non partito come il M5S, che è il sintomo di una grave malattia ma non è in alcun modo la cura. Il governo che si sta formando in questi giorni ci dirà cosa ci aspetta nell’immediato futuro. 


Simone Lettieri

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM