Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

L'Unità continua la sua guerra di conservazione.Dopo Grillo attacca Renzi.

venerdì 5 aprile 2013

All’interno del PD è scoppiata la polemica su l’Unità, che oggi ha aperto la prima pagina titolando: “No di Renzi al governo Bersani”.





“Con tutti i problemi che ha il Paese che il giornale del mio partito titoli su Renzi, non mi pare il caso”, ha detto Simona Bonafè parlamentare del Pd. La deputata ha dato il via all’attacco portato dai renziani al quotidiano del Pd. “L’Unità, con il titolo sparato oggi in prima pagina, falsifica totalmente la realtà, danneggiando e indebolendo, tra l’altro, proprio il segretario Bersani – ha affermato Paolo Coppola -. Viene da chiedersi il perché di questa scelta ? Chissà se qualcuno chiarirà questo dubbio”.

“Ricomincia la vergognosa propaganda dell’Unità e di Youdem contro Matteo Renzi”, è l’opinione di Roberto Reggi, renziano, sulla sua pagina Facebook. “Matteo non ha parlato di governissimo, ma di un patto costituente di 6 mesi da cui far nascere la terza repubblica. Un patto, anche con chi rappresenta 10 milioni di elettori, con cui cambiare la legge elettorale, sostituire il Senato con la Camera delle Autonomie,abolire le Province, abolire il finanziamento pubblico ai partiti ed occuparsi urgentemente dei drammmatici problemi che attanagliano le nostre famiglie e le imprese”.

Il deputato Matteo Richetti è arrivato addirittura a chiedere le dimissioni del direttore del quotidiano: ”Se il titolo è ‘scappato’ – ha scritto su Facebook – Sardo farebbe bene a lasciare, non serve un direttore distratto. Se il titolo è voluto, Sardo farebbe bene a lasciare, non serve un direttore in malafede. Se il titolo è imposto o suggerito da altri, più contigui alle esigenze di partito (e di parte), Sardo farebbe bene a lasciare, all’Unità serve un direttore”.

Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM