Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Sbloccati 40 miliardi per i debiti della Pubblica Amministrazione

sabato 6 aprile 2013

Finalmente una buona notizia per gli italiani. Dal Consiglio dei ministri via libera al decreto che sblocca i debiti della Pubblica amministrazione verso le imprese per 40 miliardi di euro nel biennio 2013-2014.



Lo hanno annunciato oggi, nel corso di una conferenza stampa i ministri Vittorio Grilli (Economia), Corrado Pasera (Sviluppo economico) assieme al premier Mario Monti che ha definito «inaccettabile, e a lungo accettata» la situazione del debito della pubblica amministrazione verso le imprese. 

Il provvedimento sblocca pagamenti «per importo di 40 miliardi, che verranno erogati nell'arco dei prossimi dodici mesi», spiega Palazzo Chigi in una nota confermando l'impegno dell'Italia a non superare il vincolo del 3% nel rapporto deficit/Pil imposto dal Patto di stabilità europeo. Ma il debito complessivo della PA verso le imprese ammonta (a seconda delle stime) tra 90 e 130 miliardi di euro. Per Monti a fine 2011 era di 80 miliardi di euro. «I debiti accumulati finora dalle pubbliche amministrazioni hanno scaricato gli oneri sul futuro delle imprese e dei cittadini», ha commentato Monti.

Tra le modalità di pagamenti dei debiti P.A. ci sarà la «compensazione tra debiti e crediti. Abbiamo allargato la tipologia di crediti che potranno essere compensati: non solo i debiti passati a ruolo», ha spiegato il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera. Inolte, per pagare alle banche i crediti verso lo Stato acquistati dalle imprese si ricorrerà ad «emissioni ad hoc», ha aggiunto.


Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM