Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

domenica 21 aprile 2013

Sebastian Vettel torna a volare. La Red Bull rimette le ali. Il crocevia infuocato del Bahrain, come un anno fa, rilancia le quotazioni della scuderia campione del mondo, che dodici mesi fa sulla stessa pista aveva colto il primo successo scacciacrisi del 2012. Per Vettel, già trionfatore in Malesia tra le polemiche, un bis che consolida il primato in classifica e la rincorsa al quarto titolo di fila. Sul podio Kimi Raikkonen e Romain Grosjean, capaci di capitalizzare in gara (con due sole soste) la migliore qualità della Lotus, parsimoniosa con le gomme. Quarta la Force India di Paul Di Resta. Per la Ferrari una giornata difficile, per gli inconvenienti al Drs (l’ala mobile posteriore) sulla vettura di Fernando Alonso e alle gomme su quella di Massa. Alla fine lo spagnolo (8°) si è dovuto arrendere anche alla McLaren di Sergio Perez. Solo 13° Massa, a oltre 1’. Fantastico il duello nel finale tra Lewis Hamilton e (5°) e Mark Webber, vinto dal britannico all’ultimo giro.

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM