Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Ambiente. Entro il 2080 si dimezzerà lo spazio vitale.

lunedì 13 maggio 2013

Metà delle piante più comuni e un terzo delle specie animali rischiano di vedersi dimezzare lo spazio vitale entro fine secolo: è il drammatico scenario descritto da uno studio di un gruppo di ricercatori internazionale coordinato dall'Università dell'East Anglia, nel Regno Unito.

Analizzando la situazione attuale e prevedendo la distribuzione futura di oltre 50.000 specie tra piante e animali molto comuni in tutto il mondo, i ricercatori prevedono che lo spazio vitale, ossia la distribuzione, di circa il 57% delle piante e del 34% degli animali si ridurrà della metà entro il 2080. "La nostra ricerca - ha proseguito Warren, ricercatrice dell'Istituto - prevede che il cambiamento climatico ridurrà la diversità di specie esistenti, anche quelle molto comuni che si trovano nella maggior parte del mondo."

Lo studio però rivela che un eventuale inversione di tendenza nelle emissioni, ossia una riduzione anche minima rispetto agli anni precedenti, entro i prossimi 10 o 15 anni porterebbe a ridimensionare di circa la metà la portata della perdita di spazio vitale.

"La buona notizia - ha concluso Warren - è che la nostra ricerca fornisce nuove prove di come azioni per ridurre le emissioni di CO2 o altri gas serra possono limitare la perdita di biodiversità attraverso la riduzione dell'aumento della temperatura media globale di solo 2 gradi anziché 4. Ciò consentirebbe anche di guadagnare tempo, fino a quattro decenni, permettendo a piante e animali di adattarsi alle restanti 2 gradi di aumento della temperatura mondiale.

Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM