Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

E' tornato Belmokhtar, il "guercio". Doppio attentato in Niger contro francesi ed esercito.

venerdì 24 maggio 2013

Il «guercio» è tornato. Anzi, non è mai andato via. Si è solo nascosto in attesa di colpire di nuovo. Mokhtar Belmokhtar, importante capo qaedista nella regione del Sahel, avrebbe coordinato lo spettacolare attacco di giovedì in Niger. Un’operazione che ha preso di mira un cantiere legato al trattamento dell’uranio della società francese Areva e una base dell’esercito: un duplice assalto condotto da uomini armati e da cinque kamikaze. Il bilancio parla di una ventina di morti e molti feriti, in gran parte soldati nigeriani.

Il doppio attentato è uno sviluppo non da poco. Intanto conferma che l’offensiva francese a Bamako ha fermato gli islamisti, però li ha spinti verso i paesi limitrofi. Dalla Libia alla Tunisia è allarme generale per le possibili azioni dei terroristi. Anche in Niger hanno adottate misure di sicurezza supplementari, ma evidentemente non sono bastate. Nel comunicato di rivendicazione, gli uomini di Belmokhtar affermano di aver neutralizzato «soldati delle forze speciali francesi». Circostanza che attende verifiche, anche se è vero che Parigi ha inviato da tempo delle unità per accrescere la protezione.


Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM