Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Editoriale. Spagna, doping di Stato.

martedì 28 maggio 2013

Partiamo da lontano: Gaizka Mendieta, giocatore del Valencia, per due anni consecutivi è miglior giocatore della Champion's League.
La Lazio lo compra per 80 miliardi di lire: Gaizka arriva a Formello, e non riesce a stare dietro agli altri nemmeno in allenamento.
Stesso discorso per gli altri centrocampisti del Valencia per due volte finalista della Coppa Campioni: Gerard, Farinos, Xili Gonzales spariscono nella mediocrità del calcio europeo. Erano il centrocampo piu' forte al mondo.
Passiamo ai giorni nostri: il dottor Capua, Presidente della Commissione antidoping della Federcalcio, parla chiaro:"Dopo l'arresto(virtuale) del Dottor Fuentes in Spagna non vincono piu'".

Chi è il Dottor Fuentes? Probabilmente l'attore principale chiamato dallo Stato spagnolo a dopare i propri atleti.
Chiamato anche Dottor Doping.
La stranezza delle sue operazioni viaggia su un binario parallelo: da una parte per anni dai suoi fascicoli escono inchieste solo per atleti che non siano spagnoli.
Dall'altra, una volta giudicato colpevole di aver indotto diversi protagonisti dello sport al doping, praticamente non viene condannato.
O meglio, viene condannato, ma senza scontare la pena.
Perché? Perchè Fuentes minaccia di fare i nomi di giocatori di basket, di tennis, sopratutto di calcio che si rifornivano da lui.
Come dire: la credibilità degli sport piu' seguiti a livello mondiale, può essere minata da un momento all'altro. E con essa, tutto l'indotto di denaro che ci gira attorno.
Principalmente operante nel campo del ciclismo, piano piano Fuentes arriva a tutti gli sport.
Rafa Nadal, nel circuito Atp conosciuto come "il dopato", inspiegabilmente si ferma per un anno.
In cinque anni la Spagna vince in tutti gli sport quello che non era riuscita a vincere in cento anni in uno solo.
Campione d'Europa e del Mondo di calcio, con l'asse del Barcellona, che dopo 70 partite tra Liga, Champion's e Coppa del Re gioca due manifestazioni a velocità incredibile. L'ultima partita della stagione ha la stessa intensità della 50esima e della prima.
Nel basket la Spagna si laurea Campione del Mondo.
Nel ciclismo, fatti fuori gli avversari, per tre anni gli spagnoli vincono il Tour de France.

David Beckham:" In Italia ho fatto piu' controlli antidoping in due mesi che in due anni in Spagna".
Contador può correre, ma non in Italia, dove è squalificato e dove i controlli antidoping sono all'avanguardia nel mondo.
Sicuramente non uscirà fuori la verità nei prossimi anni.
Tra una trentina, forse, su qualche trafiletto dei giornali, il dottor Fuentes dirà la verità, se lo lasceranno in vita. Ma allora non conterà piu'.
E lo sport, per  chi lo pratica e ne conosce i ritmi, e sopratutto per chi lo vive come spettacolo, è stato di nuovo falsato.

Simone Lettieri

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM