Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Fabrizio Miccoli vicino ad ambienti mafiosi.

giovedì 16 maggio 2013

Lui non ha mai nascosto il rapporto con Mauro Lauricella. All'indomani dell'arresto del padre spiegò di non sapere nulla della parentela particolare del suo amico che tra l'altro non ha mai avuto problemi con la giustizia. Qualche tempo dopo Miccoli si ritrovò in una situazione simile con un altro amico del cuore, Francesco Guttadauro, nipote del superlatitante Matteo Messina Denaro. Un giorno, Miccoli telefonò all'amico avvertendolo: "Non venire agli allenamenti, ci sono gli sbirri nuovi". Anche questa frase è finita nel rapporto del centro operativo Dia consegnato nell’agosto scorso al procuratore aggiunto Agueci. "Quanto successo a Miccoli - dice Maurizio Zamparini a Radio Radio - è la dimostrazione che per lui è meglio lasciare Palermo. Adesso ha bisogno di cambiare aria, può andare negli Emirati. Non conosco bene la situazione, ma purtroppo non poteva certo sapere che il suo amico fosse il figlio di un mafioso".

Stando alla ricostruzione del centro operativo della Dia di Palermo, Miccoli avrebbe chiesto al suo amico, titolare del centro Tim di procurargli quattro telefonini "puliti".

Il capitano rosanero è quindi indagato per accesso abusivo a un sistema informatico in concorso con il titolare di un centro Tim di Palermo.

Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM