Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Il figlio di Andreotti, Stefano, a Vanity Fair:" Mio padre durante i processi era imbottito di psicofarmaci".

venerdì 7 giugno 2013

In un'intervista pubblicata su Vanity Fair, Stefano Andreotti, terzogenito di Giulio, parla di suo padre.
Una delle notizie piu' rilevanti è quella riguardo ai processi sulla mafia:" Mio padre era imbottito di psicofarmaci, lo trovavo il sabato mattina in poltrona a dormire, lui che non dormiva mai. Per mia madre fu l'inizio di una depressione che l'ha portata a una malattia degenerativa. Non si è nemmeno accorta della morte di mio padre."

Sul film il Divo di Sorrentino:" Mio padre non esprimeva mai giudizi esagerati, ma quel film lo definì' "una vera mascalzonata".

Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM