Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Nella partita piu' pazza del ventunesimo secolo si scopre una grande squadra: il Giappone!

giovedì 20 giugno 2013

Quasi impossibile descrivere Italia-Giappone a chi non l'ha vista. 
Una partita cosi' si vede una volta ogni 15 anni.
Un match folle, il Giappone ha corso a tripla velocità rispetto all'Italia, e questo un pò si sapeva, anche se è impressionante constatare la corsa dei nipponici.
Ma lo spettacolo vero si vede grazie alla tecnica, che è di altissimo livello.
Una partita dominata dalla squadra di Zaccheroni, con due pali, due traverse e un gol annullato, oltre ai tre messi dentro.
Ma sopratutto per il 90% del match una sola squadra in campo. 
L'altro 10% l'Italia segna quattro gol, incredibilmente.
L'andamento: 2 a 0 per il Giappone(Honda rig, Kagawa), 3 a 2 per l'Italia(De Rossi, autorete, Balotelli rig), 3 a 3(Okazaki), 4 a 3 per gli azzurri(Giovinco).
Mai come in questo caso le parole di Fabio Caressa risultano veritiere: il calcio è strano.

Grandissimo Kagawa, splendido Honda, imprendibile Okazaki. Il voto piu' basso per i giocatori del Sol Levante è 7, voto alla squadra 9. 
Troppa la differenza fisica, incredibile il 4 a 3 finale per l'Italia.
Una sofferenza cosi' ricorda lo 0 a 0 dell'Europeo del 2000 contro l'Olanda in semifinale.
Certo è che se arrivassimo con questa forma ai Mondiali del prossimo anno, visto anche il blocco Juventus-Milan impegnato in Champion's, sarà molto difficile andare avanti.

Simone Lettieri

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM