Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Basta difese e ipocrisie sul ministro Kyenge.

venerdì 19 luglio 2013

Il ministro Kyenge assomiglia a un orango? Per qualcuno può essere.
Prendendo spunto dal tweet di Luca Bizzarri:"Ma quelli che danno del "nano" a Brunetta, del "grassone" a Ferrara, quelli che storpiano i nomi, sono poi così tanto diversi da Calderoli?".

Non si tratta chiaramente di colore politico, ne di colore di pelle: anzi, è piu' razzista difendere una persona con la pelle nera a prescindere piuttosto che dire quello che effettivamente si pensa.
Qualcuno pensa mai a chi soffre di obesità dando del grassone a Ferrara, a chi soffre per la bassa statura quando si da del nano a Brunetta, a chi ha come mito Fonzie paragonandolo a Matteo Renzi?
Scherzi a parte(riferimento a Fonzie), la civiltà passa non dal perbenismo ipocrita borghese, ne dagli anatemi di Napolitano che farebbe meglio a pensare agli stralci sulla mafia.

Tra l'altro il Ministro in questione sta chiedendo qualcosa che non si chiede in nessun paese del mondo: rendere legali l'ingresso clandestino e quello di soggiorno illegale.
Oltre a vari benefit, quale casa, sussidi, etc.
Forse si scorda che è un Ministro della Repubblica Italiana e deve rispondere agli italiani.
E l'abolizione dei reati ha valore se c'è reciprocità nei paesi di provenienza.

Una cosa è il razzismo, un'altra l'ipocrisia, un'altra ancora la politica.

Simone Lettieri

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM