Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

La politica italiana è morta. I politici ancora no.

venerdì 12 luglio 2013

La politica italiana è morta, sfortunatamente i politici ancora no.

Nonostante la strenua difesa dei mass media, impegnati a concentrare l'attenzione sui lacci delle scarpe dei grillini piuttosto che su quello che succede in Parlamento, ormai siamo alle battute finali.
A una condizione però: che chi vota Pdl e Pd alle prossime elezioni, chissàdove chissàquando, non si facciano intortare da 3-4 mesi di campagna elettorale piu' intensa-siamo sempre in campagna elettorale .

Il problema degli italiani è proprio questo: basta qualche dichiarazione a fargli scordare quanto successo nei mesi precedenti, quante volte le promesse sono rimaste tali, quanto la patologia dei politici sia in stato avanzato.

Questa volta infatti, col patto Pd-Pdl, si è palesato in maniera mai cosi' forte l'attaccamento della casta ai propri privilegi.
Con la difesa ad oltranza del Pd di silvio Berlusconi sui problemi della giustizia si è raggiunto il climax di distanza tra i problemi del Paese e quelli di 900 persone su 60 milioni di anime.

Renzi, probabilmente, e Berlusconi o Alfano dall'altra, saranno i protagonisti della prossima tornata elettorale.
Ma di persone serie ne vedo pochissime, e confluiscono tutte in un solo movimento: quello a 5 stelle.

Sentito Bersani?"Non ho mai pensato di fare un patto col M5s. Son mica matto."
E la colpa è del M5s.

Avete visto chi è stato messo nelle commissioni giustizia e come ieri l'altro il Pd ha accordato al Pdl la sospensione dei lavori in Parlamento com segnale di protesta contro i giudici "anti-Berlusconi"?

Grillo è rimasto coerente, sin dall'inizio, pur con le difficoltà di avere un esercito di giornalisti schierati contro e pagati, tra servizio pubblico e privato, dai cittadini e dai politici stessi.

L'informazione è l'arma vera che  in democrazia sposta l'attenzione dai punti nodali del paese reale a gossip politico.

Se pensate che i prossimi parlamentari del Pd non continueranno questo teatrino palesato oggi, ma che va avanti da 10 anni almeno, di girotondo politico per mantenere i privilegi della balena bianca insieme al Pdl, siete ingenui, e colpevoli.

Perchè Renzi, si sa, piu' di una volta è stato ospite ad Arcore di Silvio Berlusconi, tanto per dirne una. 
La realtà è che la casta rimarrà la casta sino  a quando il popolo italiano glielo consentirà, ossia le darà almeno un 60% di voti.
In quel caso, e anzi già da un pò, ci meritiamo i politici che abbiamo.
Io ringrazio Beppe Grillo, che dopo vent'anni di impossibilità elettiva, ha dato un'alternativa, valida.
Ringrazio Travaglio, capace di rendere testimonianza alla realtà e dopo una stagione di antiberlusconismo ne ha aperta una di mattanza della casta.
E spero che sia lo stesso per molti altri.

Simone Lettieri

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM