Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Michael Jackson, 35 milioni di dollari per far tacere 20 bimbi vittime di abusi.

lunedì 1 luglio 2013

Scoppia un nuovo caso Michael Jackson. A quattro anni dalla morte del re del pop, un tabloid britannico ha scoperto un dossier segreto del'Fbi secondo cui il cantante avrebbe pagato 35 milioni di dollari per mettere a tacere decine di ragazzini di cui aveva abusato sessualmente nell'arco di decenni.

I documenti non furono utilizzati dalla magistratura americana nel processo del 2005 in cui Jackson fu assolto dall'accusa di avere molestato un bambino. Ma secondo il Sunday People rivelano nuovi dettagli sul comportamento privato di una delle più grandi star nella storia della musica leggera, confermando le voci secondo cui Michael era di fatto un pedofilo.

Paradossalmente sarebbe stato lo stesso Jackson a mettere in moto l'indagine nei suoi confronti, chiedendo a un detective privato di raccogliere informazioni sulla possibilità che alcuni dei suoi "piccoli amici", invitati dal cantante a passare giornate e spesso anche nottate intere con lui nella sua villa di Neverland in California, potessero fargli causa per abusi sessuali.

Questo materiale è stato confiscato dall'Fbi successivamente, nel corso di un'inchiesta sul detective, un italoamericano di nome Anthony Pellicano specializzato in indagini sui Vip di Hollywood, sospettato di aver messo i microfoni alla casa dell'attore Sylvester Stallone.

E' a questo punto che gli agenti federali hanno ritrovato migliaia di pagine di documentazioni scottanti sui rapporti tra Michael e i suoi giovanissimi amichetti. Da questi risulta che il cantante guardava "film porno in compagnia di un famoso attore bambino, molestandone un altro e toccando le parti genitali di un terzo" nella sala di proiezione privata della sua villa.

Il cameriere di casa Jackson che fornisce la testimonianza in questione rivela che la madre di uno dei ragazzini era seduta nel medesimo cinematografo, appena due o tre file dietro Michael, che tuttavia continuava indisturbato ad approfittare delle sue vittime.

Non è chiaro quale uso sia stata fatto dall'Fbi del dossier, indicato dal Sunday People con il numero in codice CADCE MJ-02463 e CR 01046. Ma non si tratta dell'unico nuovo guaio per la reputazione e l'eredità del cantante, morto nel 2009 per un attacco cardiaco propiziato da un potente anestitico che Jackson usava come sonnifero, somministratogli dal suo medico personale, Conrad Murray, il quale sta scontando una condanna a 4 anni di carcere per omicidio involontario.


Da Repubblica

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM