Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

I media oscurano la più' grande recessione del dopoguerra. Deflazione come nel 1959.

venerdì 29 agosto 2014

Mentre Renzi promette di stupire con effetti speciali, i
dati Istat diffusi in mattinata su disoccupazione, inflazione e crescita consegnano un quadro difficile da cui emerge che l'Italia e' in recessione e, per la prima volta dal 1959, anche in deflazione. Mentre continuano a calare i posti di lavoro: secondo i dati dell'Istat la disoccupazione e' tornata a salire a luglio con un balzo al 12,6%, 0,3% in piu' di giugno e 0,5% in piu' rispetto a luglio dell'anno scorso. I disoccupati italiani sono 3 milioni e 220 mila, in aumento di 69 mila unita' da giugno a luglio e 143 mila in piu' rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Gli occupati calano al ritmo di oltre 1.000 al giorno: in totale, informa l'Istat, gli italiani che hanno un lavoro sono 22 milioni 360 mila, 35 mila in meno rispetto a giugno. In lieve calo invece la disoccupazione giovanile: i disoccupati tra i 15 e i 24 anni, informa l'Istat, sono 705 mila a luglio.

Redazione

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM