Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Grillo: "Reddito di emergenza per tutti". Renzi e Forza Italia contrari

lunedì 30 marzo 2020



Beppe Grillo esce dal suo "isolamento" e propone un reddito di cittadinanza universale per fronteggiare la crisi dovuta al coronavirus. Il mezzo attraverso cui acquisire denaro potrebbe essere la patrimoniale, tassare i grandi capitali. Su questa linea convergono M5s, Pd e Leu. Contrari invece Renzi e Forza Italia. L'ex Primo Ministro continua sulla linea di un'apertura immediata delle attività, andando contro tutte le previsioni dei comitati tecnico-scientifici.

Le parole di Grillo


L’idea lanciata da Beppe Grillo non è una novità, ma piuttosto uno dei suoi cavalli di battaglia di sempre. Ilreddito di base universale, proposto dal garante M5s, funziona per diritto di nascita ed è destinato a tutti, dai più poveri ai più ricchi. “La via d’uscita da questa crisi non può essere come quella del 2008, quando si è preferito salvare le banche a discapito del popolo. E’ arrivato il momento di mettere l’uomo al centro e non più il mercato del lavoro“. Quindi appunto stravolgere “il nostro status quo”, perché “se non ora, quando?”. E precisa: “C’è già chi nel mondo si sta attivando”. E cita alcuni esempi da Alexandra Ocasio-Cortez negli Usa al Regno Unito fino a India e Nuova Zelanda.

Come finanziare una misura così significativa senza sconquassare le casse dello Stato? “Le fonti principali di finanziamento  potrebbero essere varie. Si può andare dalla tassazione delle grandi fortune, dei grandi colossi digitali e tecnologici (Mark ZuckerbergBill Gates e Elon Musk sono sempre stati a favore del reddito universale), magari quelle a più alto tasso di automazione; o rivedere le imposte sui redditi da capitale e sulla proprietà intellettuale. Oppure le cosiddette “ecotasse“, come il Climate Incame, reddito dal clima, con una tassa sui combustibili fossili come carbonepetrolio e gas; o come avviene in Alaska dal 1982 con l’Alaska Permanent Fund: un dividendo del rendimento economico di un capitale pubblico, che attinge dalle compagnie fossili. Ogni anno, una parte delle entrate derivanti dal petrolio statale è messa in un fondo. Il governo piuttosto che spendere quel denaro, lo restituisce ai cittadini residenti, bambini compresi, attraverso un dividendo annuale

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM