Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Vergogna Borrelli, la facoltà di tacere?

venerdì 3 aprile 2020



In un momento in cui la popolazione italiana è allo stremo, sopratutto emotivamente; in un momento in cui conta fare molta attenzione sul modo in cui vengono date informazioni dalle autorità, il Capo della Protezione Civile Borrelli ha la bella idea di affermare che rimarrà tutto chiuso sino al 16 maggio.
Un'uscita improvvida, da gerarchetto del potere che ha la giornata storta e che vuole sfogare il suo malumore sulla popolazione.
Ci chiediamo: anche fosse vero, è il momento e il modo di fare affermazioni del genere?
Ottusità e mancanza completa di sensibilità e di comprensione della situazione che molte famiglie ed individui stanno vivendo, sopratutto a livello emotivo.
La domanda è: Borrelli, la conosce la facoltà di tacere? Sa quali conseguenze hanno le sue dichiarazioni sul morale della popolazione?

Simone Lettieri

Ps: a precisa domanda di una giornalista, nella conferenza di pochi minuti fa, sulla spiegazione di quella che sarà la fase 2 e sul dare speranza agli italiani, ancora una volta Borrelli ha glissato...la rigidità che non serve al popolo italiano...se si fanno previsioni su quello che sarà il momento probabile dell'inizio della seconda fase, il Commissario ha anche l'obbligo civile di spiegare cosa sara' la seconda fase, cosa riaprirà, cosa resterà chiuso. Se si danno dichiarazioni su quando il Paese "riaprirà", c'e' l'obbligo morale di spiegare anche il come. Altrimenti non si e' in grado di ricoprire posizioni di potere. Che a volte da alla testa...

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM