Twitter Facebook Google Plus LinkedIn RSS Feed Email

Viminale, chiarimenti sulla possibilità di uscire con i figli e assistenza agli anziani

mercoledì 1 aprile 2020




La circolare di ieri del Viminale serve a chiarire l’interpretazione delle norme contenute nel decreto del governo su passeggiate e spostamenti. Va chiarita immediatamente una cosa molto importante: non viene modificata alcuna norma in vigore. In altre parole: il decreto del governo resta quello (stabilisce, meglio ricordarlo, che si può uscire dalla propria abitazione esclusivamente per motivi di lavoro, di assoluta urgenza o di necessità o di salute), e la circolare — diretta ai prefetti - serviva per chiarire l’interpretazione che di quelle norme va data, da parte delle forze dell’ordine. Detta ancora in un altro modo: quella circolare serve a chiarire alle forze dell’ordine se fare una multa oppure no.

Vi sono alcune restrizioni aggiuntive decise da Lombardia, Veneto e Campania (le cui ordinanze restano in vigore e impongono di fatto un regime diverso in queste tre regioni del Paese).

Questo l'elenco di cosa si può fare, quando e dove:
- Si può uscire di casa per andare a fare la spesa, per andare in farmacia, per andare a comprare i giornali. 
- Si può passeggiare per raggiungere un negozio aperto e comprare un bene «per assolvere a una necessità della vita quotidiana per se o per la famiglia». 
- I bambini possono passeggiare con uno dei due genitori in prossimità della propria abitazione. 
- Si può portare fuori il cane rimanendo in prossimità della propria abitazione.


I parchi sono chiusi, dunque l’attività motoria è consentita ma in prossimità della propria abitazione, da soli e mantenendo almeno un metro di distanza da ogni altra persona. 

0 commenti:

Posta un commento

 
Copyright © -2012 Full Politic All Rights Reserved | Template Design by Federico Stentella (Sondaitalia) | INFOGRAFIE.COM